lunedì 2 agosto 2010

Cul De Sac

Tra paure che violano emozioni
e traducono supponenza in disarmante trasparenza
ho percorso [errando] irrinunciabili passioni

e nell'anarchia dei sensi
issato libertari vessilli al cielo [o forse all'amore?]

ma spiazzato da instabili correnti
e frainteso dalla mia schiva andatura
ho naufragato in fondo a me stesso

di fronte a un altro vicolo cieco

1 commento:

massimo ha detto...

ottima scrittua...direi che ti rispecchia!